COPYRIGHT

Anche se, il il termine è in lingua straniera, COPYRIGHT, è può sembrare che, non ci appartenga, il problema ci riguarda molto da vicino!

Le cose di cui si parla poco, non è detto che per questo siano meno importanti…

Spesso, è perché sono delle SCOMODE VERITA’!
Ciao, a scrivere sono io, Salvatore Papa perché questo è un argomento delicato.

Il diritto d’autore, anche nel settore ludico tutela l’appropriazione indebita di:
– marchi;
– nomi e colori;
– disegni, scene e personaggi e ovviamente musiche;

Nel settore ludico sicuramente il più copiato, in tutte le salse è il gruppo Walt Disney.
Dalle mascotte (che non esistono originali se non presso i loro parchi di divertimento e non certo in vendita), alle scenografie su giochi, gonfiabili, playground ecc..
Ho visto persino sale per feste e ludoteche chiamarsi con i nomi dei più famosi cartoni animati “follia pura”.

Mi rendo conto però che nella coscienza comune, il problema non viene avvertito!

Questo perché, le azioni di tutela per ora, non sono ramificate in maniera troppo capillare.

Il futuro non perdonerà questa superficialità di gestione! Pensate che l’illecito nel copyright ha un peso giuridico che va sul penale e la tecnologia, è favore dell’indagine investigativa.

Ora, restando al caso Walt Disney, sono talmente bravi che, dello stesso personaggio riescono a vendersi la licenza d’uso a centinaia di ditte, ognuna con il diritto esclusivo di produrre un solo oggetto.

Es. Topolino, cedono la licenza alla ditta A per la realizzazione di 1 milione di bicchieri personalizzati con l’icona del ratto più famoso del mondo, alla ditta B, invece cedono la stessa licenza ma, per la realizzazione di palloncini mylar ecc…
Ogni soggetto avrà per cui, enne licenze ed enne ditte che produrranno in esclusiva uno o più articoli con quel marchio.
In questo modo, Walt Disney realizzare xxxx milioni di euro con un solo personaggio.

Ora è un po’ più chiaro che, qualcuno si “incazzerebbe” se usate qualcosa che hanno pagato ed ha un valore non indifferente?

In ogni caso, mi chiedo, seppur tu volessi, come previsto per legge, richiedere la licenza al Direttore commerciale Walt Disney, per poter chiamare ad esempio, la tua sala con il nome di Topolino:
– CHE SPERANZE POTRESTI MAI AVERE DI OTTENERE UN’AUTORIZZAZIONE?
E SE UTOPICAMENTE CI RIUSCISSI, HAI IDEA DI QUANTE GENERAZIONI DELLA TUA FAMIGLIA INDEBITERESTI PER PAGARNE IL PREZZO?

Fondare un’attività sull’illecito, non promette niente di buono. Allestire l’area con giochi e scenografie che riproducono soggetti protetti da copyright, vuoi dire essere seduti su una bomba ad orologeria.

E se poi credete che, vi basti cambiare un colore, la punta dell’orecchio o del naso oppure mettere una lettera al contrario nel nome per essere tranquilli di esservela scampata, NON RACCONTATELO A ME.
Raccontatelo alla squadra di super avvocati Disney che, si mangeranno a colazione il vostro.

Non vi resta che guardare il video per conoscere ogni dettaglio su questo particolare argomento.

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?