Coronavirus, la reattività nobile di Starlights

Davanti alle avversità non siamo tutti uguali

Oggi voglio raccontarvi una storia che, ne sono sicuro, farà tanto parlare in giro: e siccome io la guardo da vicino magari sarò il primo a metterla nero su bianco.

Non è un segreto che stiamo vivendo un momento storico inedito e terribile. Da quando il contagio del Coronavirus è stato definito ufficialmente “pandemia” potenzialmente in grado di coinvolgerci globalmente, siamo costretti tutti a casa in quarantena forzata e assolutamente necessaria.

Il che significa anche, guardando alle imprese, blocco totale di tutte le attività produttive ad eccezione di quelle legate ai servizi essenziali o di quelle che, anche modificando la propria attività operativa, contribuiscano a fronteggiare l’emergenza Covid-19.

E allora ecco che cosa è successo:

  • la Di-bi azienda di Besozzo, dedita alla produzione di abbigliamento sportivo, ha messo a disposizione il proprio know-how per produrre delle protezioni in grado di bloccare particelle di saliva, convertendo la produzione ed eliminando completamente ulteriori ordini
  • la famiglia Agnelli (FCA) ha convertito gli stabilimenti di Maranello per la produzione di respiratori e ventilatori polmonari da veicolare ai soggetti impegnati nel contrasto al Covid-19
  • Giorgio Armani ha annunciato la conversione di tutti i suoi stabilimenti nella produzione di camici monouso per gli operatori sanitari
  • Decathlon Italia ha deciso di donare 10mila maschere da snorkeling alle Regioni affinché vengano riutilizzate, con gli adattamenti del caso, come respiratori negli ospedali italiani
  • Bulgari ha annunciato di destinare i suoi laboratori cosmetici per la produzione di 6mila flaconi di disinfettanti mani al giorno

Al fianco di questi grandi nomi, operano ancora tutta una serie di attività che con altrettanto coraggio e dedizione hanno “usato” le loro competenze e i loro stabilimenti per risultare utili di fronte alla pandemia.

E Starlights, azienda leader nel settore della produzione di effetti speciali per grandi eventi, non ha voluto essere un’eccezione.

Dall’intrattenimento al servizio sociale: ecco come si reinventa la produzione

Normalmente l’azienda produce direttamente macchine per la neve, il fumo, le scintille i coriandoli: sono dispositivi di potenza variabile che possono coprire sia aree contenute che spazi enormi, in base alla loro grandezza e capacità di gittata.

Danny Papa, che è un grande professionista dall’ingegno a dir poco spiccato, ha avuto l’intuizione di progettare cannoni simili per la sanificazione degli ambienti, utilizzando i sali quaternali d’ammonio, che l’OSM indica specificamente come il principio attivo più efficace contro la diffusione del Covid-19.

3 innovativi sistemi per la sanificazione di ambienti diversi

Grazie a questa “conversione” tempestiva delle attività produttive Starlights ha potuto progettare 3 diversi dispositivi di sanificazione:

  • Un modello portatile di piccole dimensioni
  • Una macchina su carrello, facilmente utilizzabile e trasportabile dall’operatore con performance superiori grazie all’effetto “termo nebbiogeno” 
  • Un cannone su autocarro, in grado di operare in modo veloce e sicuro in qualsiasi contesto (es. ambulanze, stanze di degenza ospedaliera, sale operatorie, caserme, centri commerciali, aeroporti, parcheggi e strade).

E non è tutto.

Avvalendosi del contributo del neonato brand Sanificazione Perfetta, l’azienda potrà mettere da subito a disposizione questi innovativi macchinari per le aree più a rischio del territorio circostante, in particolare:

  • Un Comune
  • Un ospedale
  • Un’azienda (e udite, udite! Qui sono aperte le candidature)

Sanificazione gratuita per un’azienda da selezionare

Avete capito bene: potete candidare la vostra azienda e ricevere gratuitamente un efficace servizio di disinfezione e sanificazione dei vostri ambienti di lavoro. Basta inviare un’email all’indirizzo info@sanificazioneperfetta.it specificando il luogo e la metratura in oggetto.

Ma fate in fretta: è possibile fare richiesta a partire dal 3 aprile e solo fino al 10 aprile 2020.

Davanti a scenari ignoti, c’è sempre chi ha una reattività maggiore

Proprio così. La capacità di rimodularsi dimostrata da Starlights è una caratteristica non comune e ne va riconosciuto il merito.

L’azienda ha trasformato una crisi in opportunità svolgendo anche e soprattutto un’azione socialmente utile in un momento in cui avrebbe potuto, semplicemente, fermarsi e aspettare che tutto fosse finito.

Chapeau!

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?