Finanziamenti a Fondo perduto in Lombardia

Fondo perduto per micro-piccole imprese: arriva “SAFE WORKING – IO RIAPRO SICURO”

SAFE WORKING-IO RIAPRO SICURO è uno strumento promosso dalla Regione Lombardia che mette a disposizione contributi a fondo perduto per interventi in materia di sicurezza sanitaria.

Tale strumento si propone di consentire l’adozione di ogni misura tesa a permettere la ripresa di ogni attività di impresa, mantenendo in sicurezza tutti i soggetti interni e esterni che si interfacciano con l’impresa.

L’obiettivo è quello dar sostegno in Lombardia alle micro e piccole imprese che a seguito dell’emergenza sanitaria sono state sottoposte a chiusura obbligatoria, oppure che hanno introdotto il lavoro agile per tutti i dipendenti.

Come funziona Safe Working – Io riapro sicuro

Il contributo a fondo perduto ha un limite massimo di 25.000 euro e copre le sole spese ammesse per un importo pari al 60% per le piccole imprese e al 70% per le micro imprese.

L’investimento minimo per poter accedere al contributo è di 900 euro per il settore dello sport (codice ATECO 93 “Attività sportive”) e da quelle che offrono servizi di ristorazione con i seguenti codici ATECO:

  • 10.11 Ristorazione con somministrazione
  • 10.20 Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto
  • 10.20 Gelaterie e pasticcerie
  • 10.41 Gelaterie e pasticcerie ambulanti
  • 10.42 Ristorazione ambulante
  • 21.00 Catering per eventi, banqueting
  • 30.00 Bar e altri esercizi simili senza cucina;

 

Le spese ammissibili

Per essere ammissibili, le spese devono essere riferibili a:

  • macchinari adatti a poter sanificare e disinfettare ogni ambiente aziendale; 
  • tutti gli strumenti per l’aerazione; 
  • ogni strumento di igienizzazione per i clienti o utenti; 
  • interventi strutturali o temporanei e arredi che possono garantire il rispetto la regolamentazione riferita al distanziamento sociale; 
  • gli acquisti di prestazioni e/o strumenti che permettono con l’utilizzo il monitoraggio e controllo dell’assembramento dei locali;
  • ogni acquisto di dispositivi di protezione individuale; 
  • agli acquisti di strumenti per la misurare la temperatura corporea a distanza; 
  • alla sanificazione e alla disinfezione di ogni ambiente aziendali interessato;
  • strumenti di comunicazione (segnaletica);
  • interventi formativi su prescrizioni e sui protocolli da adottare per poter permettere l’esercizio dell’attività.

Per tutte le altre imprese invece, l’investimento minimo è di almeno 1.300 euro.

La dotazione finanziaria di “Safe Working – Io Riapro Sicuro” può contare su un ammontare di risorse pari a  € 14.680.000,00, di cui gran parte stanziati da Regione Lombardia, e il restante messe a disposizione dalle Camere di Commercio su base territoriale.

Saranno considerate ammissibili quelle spese sostenute a partire dal DPCM del 22 marzo 2020.

Modalità di presentazione della domanda e scadenze

Le domande di contributo dovranno essere presentate a Unioncamere Lombardia esclusivamente tramite il Portale http://webtelemaco.infocamere.it con le modalità previste dal punto C1 del bando, a partire dal 28 maggio 2020 e dovranno pervenire entro e non oltre il 30 novembre 2020.

 

IN SINTESI

  • Nome: Safe Working – Io Riapro Sicuro

  • Destinatari: micro e piccole imprese Regione Lombardia

  • Dotazione finanziaria: € 14.680.000,00

  • Obbiettivo: sostenere gli investimenti in tema di sicurezza sanitaria

  • Scadenza: 30/11/2020 

 

Salvatore Papa

Salvatore Papa

Esperto di Finanza Agevolata. Imprenditore \ Autore \ Business Coach. Formatore in ambito Marketing e comunicazione. Supporta startupper anche con sistema franchising.

5/5

Scegli l'opzione più adatta a te, ma agisci ora!

“LE IDEE SENZA L’AZIONE, SI CHIAMANO RIMPIANTI”

Seguimi sui social, e resta aggiornato su Nuovi Bandi, Gestione del denaro, Marketing e Crescita Personale.

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?