Fondo Futuro facilita l’accesso al credito nella Regione Lazio

In questo articolo capiremo in modo semplice, come funziona questa agevolazione “Fondo Futuro”, a chi è rivolta, cosa finanzia e quali sono i requisiti e le condizioni per accedere al beneficio. 

Cosa troverai in questo articolo

Cos’è Fondo Futuro

Fondo Futuro è il bando della Regione Lazio che mette a disposizione un fondo finanziato con risorse comunitarie del POR FSE 2014-2020. Prevede l’erogazione di prestiti a tasso agevolato destinati a microimprese (costituite o in fase di avvio) o titolari di partita IVA che abbiano difficoltà di accesso al credito .

A seguito dell’esperienza e dei risultati positivi raggiunti con Fondo Futuro 2007-2013, nell’ambito del POR FSE 2007-2013, la Regione intende riproporre anche nella nuova programmazione del FSE uno strumento a sostegno del microcredito e della microfinanza.

Proprio per questa ragione è stata costituita la “Sezione Speciale Fondo Futuro 2014/2024” che si rivolge alle microimprese e ai liberi professionisti che si trovano in situazioni di difficoltà di accesso ai canali tradizionali del credito.

Sono previste specifiche riserve per alcune categorie di soggetti prioritari e a sostegno di progetti imprenditoriali realizzati nell’area del cratere sismico. 

Cosa finanzia Fondo Futuro

Sono ammissibili per Fondo Futuro tutte le spese connesse all’attività, indicate nel business plan e sostenute entro 12 mesi a partire dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento, per le seguenti categorie di spesa:

  • spese di costituzione, per le imprese non ancora costituite al momento della presentazione della domanda;
  • spese di funzionamento;
  • investimenti;
  • costo del personale

Nell’arco del periodo di realizzazione del progetto, è possibile anche rimodulare le spese del progetto all’interno di ogni macrocategoria e, entro un massimo del 20% delle spese complessive del progetto approvato 

Cosa non finanzia Fondo Futuro

  • Non sono finanziabili spese relative a imposte e tasse, ad eccezione dell’IVA (sempre finanziabile) e dell’imposta di bollo.
  • Non sono finanziabili spese già fatturate al momento della presentazione della domanda ad eccezione delle spese sostenute per l’ottenimento dei servizi di accompagnamento, anche resi al fine della presentazione della domanda.
  • Non è possibile impiegare il finanziamento per consolidare debiti bancari né per coprire interessi passivi.
  • Non è ammissibile l’acquisto di beni usati né di beni di rappresentanza o ad uso promiscuo. 

Chi può richiedere Fondo Futuro

Possono accedere a fondo Futuro le microimprese, inclusi i Titolari di partita IVA, già esistenti o in fase di costituzione che per condizioni soggettive e oggettive si trovino in situazioni di difficoltà di accesso ai canali tradizionali del credito. 

La dotazione finanziaria per Fondo Futuro

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili con una durata massima di 84 mesi con un importo minimo di 5mila euro ed un importo massimo di 25mila euro al tasso dell’1% .

Come presentare domanda per fondo Futuro

La domanda deve essere presentata tramite il sito www.lazioinnova.it

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on google
Share on whatsapp
Share on telegram

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

VERIFICA FINANZIABILITà CON IL QUIZ

verifica subito se hai i requisiti per accedere ad un finanziamento tramite uno dei bandi messi a disposizione.

PER UNA CONSULENZA

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

cropped-favicon.png

richiesta informazioni

Dopo aver compilato il modulo riceverai una email con la lista dei bandi aperti relativi alla tua regione, fanne buon uso!

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?

cropped-favicon.png

STARTUP

Verifica la tua finanziabilità con il QUIZ

cropped-favicon.png

AZIENDA ATTIVA

Verifica la tua finanziabilità con il QUIZ