Sicilia, arriva il Fondo perduto alle nuove imprese

Fondo perduto alle nuove imprese in Sicilia

Nuove imprese in Sicilia, arriva il fondo perduto

sicilia fondo perduto nuove imprese

L’Assessorato dell’Economia ha comunicato che l’Avviso pubblico “Finanziamenti agevolati e Contributi a fondo perduto a favore di operatori economici che hanno avviato l’attività negli anni 2019 e 2020” è stato approvato e prevede finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto alle nuove imprese in Sicilia.

Ecco cosa troverai in questo articolo

Cos’è, chi lo promuove, qual è l’obiettivo del fondo perduto per le nuove imprese in Sicilia

L’Irfis FinSicilia S.p.A. è incaricata della gestione dei finanziamenti a tasso zero e dei contributi a fondo perduto ad operatori economici e liberi professionisti iscritti agli ordini professionali e/o titolari di partita iva in condizione di crisi per la crisi pandemica attuale.

L’obiettivo è rendere fruibile una liquidità necessaria in una fase come questa, di contingente contrazione del fatturato. L’agevolazione è promossa dall’Assessorato regionale per l’Economia il cui Dipartimento regionale delle Finanze e del Credito è il Centro di Responsabilità e si riferisce esclusivamente alle imprese che hanno avviato l’attività negli anni 2019 e 2020. La dotazione finanziaria complessiva dei possibili finanziamenti è di 5.000.000 di euro.

A chi è destinato, cosa e quanto finanzia il fondo perduto per le nuove imprese in Sicilia

I beneficiari della misura sono Piccole Medie Imprese che abbiano sede legale od operativa in Sicilia, danneggiati dall’emergenza sanitaria Covid-19 e che hanno avviato l’attività in un tempo compreso tra il 01/1/2019 ed il 31/12/2020.

Possono presentare domanda di finanziamento agevolato e di contributo a fondo perduto le Piccole e medie imprese che:

  1. sono regolarmente costituite e iscritte come attive, già alla data di pubblicazione del presente avviso, nelle pertinenti sezioni del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente;
  2. hanno avviato l’attività nel periodo compreso tra il 1/1/2019 ed il 31/12/2020;
  3. hanno sede legale o operativa nel territorio della Regione Siciliana;
  4. se l’attività è stata avviata nel 2019, hanno realizzato nel 2019 e nel 2020 un fatturato non superiore ad Euro 250.000 annui; se l’attività è stata avviata nel 2020, hanno realizzato nel 2020 un fatturato non superiore ad Euro 250.000;
  5. hanno sospeso l’attività economica ai sensi dei DPCM emanati il 11/3/2020, 22/3/2020, 24/10/2020 e 3/11/2020, nonché delle Ordinanze del Presidente della Regione Siciliana emanate nell’ambito dell’emergenza Covid-19 (vedasi Allegato Elenco codici ATECO).

Possono essere ammesse anche le imprese che svolgono attività economica afferente al codice ATECO 55.10 (imprese alberghiere e simili) che non hanno esercitato l’attività economica nel periodo tra il 12/3/2020 ed il 13/5/2020 e/o nel periodo tra il 26/10/2020 ed il 31/12/2020.

Le agevolazioni sono composte da un finanziamento agevolato più un eventuale contributo a fondo perduto. L’importo massimo complessivo dell’agevolazione è pari a Euro 25.000. L’intervento potrà essere costituito anche interamente da un finanziamento agevolato, nel caso in cui non venga richiesto il fondo perduto.

Il Finanziamento agevolato ha le seguenti caratteristiche:

Ø Importo minimo: euro 10.000

Ø Importo massimo: euro 25.000 qualora non sia richiesto il contributo a fondo perduto

Ø Durata: 48 mesi successivi ad un periodo di preammortamento non superiore a 24 mesi;

Ø Rimborso: mediante 48 rate mensili costanti;

Ø tasso di interesse corrispettivo: zero

Ø nessuna garanzia richiesta

Per ogni finanziamento è concedibile un contributo a fondo perduto, a copertura del 100% delle spese di sanificazione ed adeguamento dei luoghi di lavoro e di produzione ubicati in Sicilia dei quali il richiedente ha la disponibilità, al netto dell’IVA salvo nei casi in cui quest’ultima non sia recuperabile secondo la vigente normativa nazionale in materia, riferite a: 

a) sanificazione degli ambienti nei quail è esercitata l’attività lavorativa e degli strumenti utilizzati nell’ambito di tali attività; 

b) acquisto di dispositivi di protezione individuale, quali mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea; 

c) acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti; 

d) acquisto di dispositivi di sicurezza diversi da quelli di cui alla lettera b), quali termometri, termoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea, ivi incluse le eventuali spese di installazione; e) acquisto di dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, ivi incluse le eventuali spese di installazione.

Il Contributo a fondo perduto ha invece le seguenti peculiarità:

  • importo massimo: euro 5 mila;
  • l’importo non può essere superiore all’ammontare sostenuto per spese di sanificazione ed adeguamento dei luoghi di lavoro e di produzione ubicati in Sicilia, debitamente fatturate e contabilizzate, sostenute dal 12 marzo 2020 al giorno antecedente la data di pubblicazione dell’Avviso.

È chiaro come non potrà invece essere concesso il solo contributo a fondo perduto senza finanziamento agevolato. L’ammontare e il tipo di spese di sanificazione ed adeguamento dei luoghi di lavoro e produzione devono essere asseverate da un commercialista abilitato. Il finanziamento è cumulabile con altri aiuti di stato nel rispetto dei limiti previsti dal “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”, adottato dalla Commissione europea il 19 marzo 2020 (C (2020) 1863) più successive modifiche e integrazioni.

Come richiedere il fondo perduto per le nuove imprese in Sicilia

L’avviso è già consultabile sul sito istituzionale dell’IRFIS all’indirizzo www.irfis.it; sui siti delle associazioni di categoria convenzionati, il cui elenco aggiornato è disponibile sul sito www.irfis.it; nel sito euroinfosicilia: www.euroinfosicilia.it; nel sito dell’Assessorato regionale dell’Economia: www.regione.sicilia.it

Le domande potranno essere presentate dalle ore 10,00 di martedì 12 ottobre 2021 e fino alle ore 17,00 di giovedì 11 novembre 2021. Per presentare la domanda bisognerà collegandosi all’indirizzo https://sportelloincentivi.irfis.it accedendo alla piattaforma digitale dedicata mediante SPID (livello 2) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). La domanda dovrà essere presentata dal legale rappresentante o titolare e sarà la piattaforma ad identificare l’impresa per la quale è possibile presentare l’istanza (in caso di più imprese riferite al medesimo legale rappresentante/titolare, il richiedente potrà selezionare quella per la quale richiedere l’agevolazione). È necessario compilare il Modulo di richiesta in ogni sua parte, attestando le dichiarazioni richieste nella forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà ed allegando tutti gli altri documenti richiesti.

Conclusioni

L’obiettivo dei finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto alle nuove imprese in Sicilia è quello di rendere fruibile una liquidità necessaria in una fase di post pandemia, di contingente contrazione del fatturato. I beneficiari della misura sono tutte le Piccole Medie Imprese che abbiano sede legale od operativa in Sicilia, danneggiati dall’emergenza sanitaria Covid-19 e che hanno avviato l’attività in un tempo compreso tra il 01/1/2019 ed il 31/12/2020, ad eccezione dei soggetti che svolgono esclusivamente o prevalentemente un’attività afferente ai codici ATECO 2007 compresi nelle seguenti sezioni della medesima classificazione ATECO 2007: • A - Agricoltura, silvicoltura e pesca; • O - Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria; • T - Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze; • U - Organizzazioni ed organismi extraterritoriali. La domanda è presentabile fino all’11 novembre!

Livia Cocozza

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

VERIFICA FINANZIABILITà CON IL QUIZ

verifica subito se hai i requisiti per accedere ad un finanziamento tramite uno dei bandi messi a disposizione.

PER UNA CONSULENZA

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?