“Impresa formativa”: 10 milioni e fondo perduto per under 35 e donne del Lazio

"Impresa formativa": 10 milioni per giovani e donne del Lazio con contributo a fondo perduto

Impresa Formativa

L’avviso pubblico “Impresa formativa: incentivi per la creazione d’impresa a favore dei giovani e delle donne del Lazio” è una iniziativa della Regione Lazio volta a promuovere e sostenere processi di autoimprenditorialità con l’obiettivo di contribuire a creare nuove opportunità di occupazione, con particolare riferimento alla popolazione femminile ed in età giovanile.

Nello specifico, con una dotazione finanziaria di 10 milioni di euro l’intervento si rivolge ai giovani under 35 anni e alle donne in stato di disoccupazione, che vogliono costituire e avviare attività di micro e piccole imprese femminili e giovanili, anche di tipo cooperativo e a finalità sociali, con sede e/o unità locale operativa nel territorio della Regione Lazio.

E’ prevista la concessione di un contributo a fondo perduto, che può arrivare fino al 100% della somma richiesta e a un massimo di 80 mila euro, finalizzato alla strutturazione di percorsi di autoimprenditorialità della durata di 24 mesi.

L’impegno della Regione Lazio a sostenere la positiva ripresa delle dinamiche occupazionali del territorio prevede sia la creazione di opportunità concrete di autoimpiego per coloro che si affacciano per la prima volta sul mercato del lavoro, sia l’adoperarsi per favorire nuove opportunità di attivazione lavorativa volte a creare le condizioni per un positivo rientro nel mercato del lavoro.

Ecco cosa troverai in questo articolo

"Impresa formativa": obiettivi dell'avviso

L’intervento rientra nell’Obiettivo di Policy 4 “Un’Europa più sociale” (OP 4) Priorità “Giovani” e “Occupazione” del Programma Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) 2021- 2027, con un duplice obiettivo:

  1. migliorare l’accesso all’occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l’attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell’economia social
  2. promuovere una partecipazione equilibrata al mercato del lavoro sotto il
    profilo del genere, parità di condizioni di lavoro e un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l’accesso a servizi economici di assistenza all’infanzia e alle persone non autosufficienti

"Impresa formativa": destinatari e tipologia di imprese finanziabili

Sono beneficiari dell’agevolazione i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

  • giovani con età tra 18 anni e 35 anni (Priorità “Giovani”) oppure donne di età superiore a 18 anni (Priorità “Occupazione”);
  • trovarsi nello stato di disoccupazione;
  • residenti e/o domiciliati nella Regione Lazio;
  • non avere a proprio carico alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l’incapacità a contrattare con la P.A;
  • non avere procedimenti in corso;
  • se cittadino non comunitario, essere in possesso del permesso di soggiorno che consente attività lavorativa;
  • non essere già beneficiario di provvedimenti di concessione a valere su altre misure a favore dell’autoimprenditorialità, anche rientranti in azioni finanziate con il PNRR, né risultare titolare di una quota di una società beneficiaria di agevolazioni pubbliche.

L’impresa potrà essere individuale o societaria. 

  • In caso di impresa individuale il titolare deve essere un giovane con età tra 18 e 35 anni oppure una donna di età superiore a 18 anni.
  • In caso di impresa societaria, la società o l’associazione professionale dovrà essere partecipata per almeno la metà, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti appartenenti ad una delle seguenti categorie “giovani con età tra 18 anni e 35 anni (Priorità “Giovani”)” oppure “donne di età superiore a 18 anni (Priorità “Occupazione”)”.

L’impresa da costituire deve avere meno di 10 addetti. Per le attività di consulenza o professionali è possibile accedere alle agevolazioni esclusivamente in forma di associazione o società tra professionisti. Sono esclusi gli enti no profit e le società fiduciarie.

Impresa Formativa Giovani Lazio

"Impresa formativa": la dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria per realizzare le attività di cui al presente Avviso sono complessivamente pari a 10 milioni di euro, così suddivise:
– euro 5 milioni d per imprese giovanili (Priorità “Giovani”);
– euro 5.000.000,00 , per imprese femminili (Priorità “Occupazione”)
La Regione, in funzione delle dimensioni della domanda di incentivi, si riserva la facoltà di incrementare la dotazione finanziaria dell’Avviso.
Il riconoscimento del contributo a fondo perduto è articolato, per ambedue le Priorità, nel modo seguente:

  • per investimenti ricompresi tra € 30.000,00 ed € 50.000,00 l’agevolazione è pari al 100% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato;
  • per investimenti ricompresi tra € 50.000,00 ed € 75.000,00 l’agevolazione è pari al 90% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato;
  • per investimenti ricompresi tra € 75.000,00 ed € 100.000,00 l’agevolazione è pari all’80% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato.

"Impresa formativa": attività agevolabili

Sono finanziabili nell’ambito del presente Avviso le idee progettuali di impresa (anche in forma di franchising) in attività/settori che non sono esclusi nel campo del “de minimis” ai sensi del Regolamento (UE) 1407/2013.
Il “de minimis” (art. 1 par. 1 Reg. (UE) 1407/2013) si applica agli aiuti concessi alle imprese di qualsiasi settore ad eccezione:
a) della pesca e dell’acquacoltura;
b) della produzione primaria dei prodotti agricoli;
c) della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (nei casi disciplinati dal de minimis stesso);
d) degli aiuti per l’acquisto di veicoli destinati al trasporto di merci su strada;
e) degli aiuti ad attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri;
f) degli aiuti subordinati all’impiego di prodotti nazionali rispetto a quelli di importazione

Sono escluse le attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco in armonia con quanto previsto dalla L.r. 21/2014 e s.m.i. “Norme per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d’azzardo patologico”.

"Impresa formativa": articolazione dell'iniziativa

L’avviso è articolato in quattro fasi procedurali

  • Fase A: Percorso di accompagnamento all’accesso all’iniziativa. In questa fase i potenziali destinatari devono definire l’oggetto della futura attività imprenditoriale e scegliere la “forma giuridica”, anche tenendo conto delle dimensioni del gruppo, e sviluppare l’idea progettuale che illustri oggetto, finalità e caratteristiche dell’attività che si intende avviare. 
  • Fase B: Accesso e selezione delle idee progettuali. Per accedere alla procedura di selezione, i destinatari potenziali dovranno presentare una serie di documenti, tra cui la domanda di partecipazione.
  • Fase C: Definizione del Business Plan e presentazione della domanda di contributo. I soggetti ammessi svilupperanno il business plan che illustra, sull’orizzonte temporale di 24 mesi, l’attività in relazione alla quale si richiede il contributo.
  • Fase D: Costituzione dell’impresa e acquisizione del finanziamento. I destinatari le cui proposte progettuali avranno superato la valutazione prevista per la fase C come da relativa graduatoria provvisoria pubblicata, avranno l’obbligo per accedere ai finanziamenti di costituirsi come impresa entro 30 giorni dalla sua pubblicazione.

Per ciascun partecipante sarà possibile partecipare alla presentazione di una sola candidatura, sia per la costituzione di un’impresa individuale che per la costituzione di una società.

 

"Impresa formativa": scadenze

La domanda di partecipazione all’Iniziativa, compilata secondo il modello di cui all’Allegato A, unitamente alla domanda di presentazione dell’idea progettuale (Allegati B.1 o B.2) e alla “Dichiarazione di promozione dell’idea progettuale” (Allegato C) deve essere presentata a mezzo PEC all’indirizzo impresaformativa2022@regione.lazio.legalmail.it Le domande di erogazione del contributo dovranno comunque essere trasmesse dalle ore 09.00 del 29 marzo 2022 fino alle ore 12.00 del 27 giugno 2022.

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

VERIFICA FINANZIABILITà CON IL QUIZ

verifica subito se hai i requisiti per accedere ad un finanziamento tramite uno dei bandi messi a disposizione.

PER UNA CONSULENZA

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?

cropped-favicon.png

iscriviti alla newsletter

rimmarrai aggiornato su tutte le novità, potrebbe essere la tua occasione per realizzare il tuo progetto

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?

cropped-favicon.png

vuoi rimanere aggiornato sui nuovi bandi agevolati?

iscriviti alla newsletter