Miglioramento e crescita delle aziende con il "Fondo nuove competenze"

Miglioramento e crescita nelle aziende con il “Fondo nuove competenze”

Miglioramento e crescita delle aziende con il "Fondo nuove competenze"

Il Fondo Nuove Competenze fa parte del programma di rilancio dell’Italia e mira al miglioramento e alla crescita delle aziende grazie alla formazione dei lavoratori.

Ecco cosa troverai in questo articolo

Cos’è, chi lo promuove, qual è l’obiettivo

Il Fondo Nuove Competenze, è un fondo pubblico cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo nato per supportare le aziende e le persone che ne fanno parte e mitigare in questo modo gli effetti economici dell’epidemia di Coronavirus. Tramite questo fondo le aziende possono acquisire contributi economici per formare i propri lavoratori. Ciò permetterà alle imprese di adeguare le competenze dei dipendenti, destinando parte dell’orario alla formazione. Le ore di formazione saranno a completo carico del fondo, grazie al supporto dello Stato e del Fse – Pon Spao gestito dall’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro ANPAL. Anpal si è occupata dell’emanazione dell’avviso, della gestione e valutazione delle domande, della determinazione dell’importo da erogare, della trasmissione dei dati all’INPS che a sua volta erogherà infine i fondi. Dunque sarà il fondo a farsi carico del costo del lavoratore in formazione e non ci sarà alcun costo per il datore di lavoro né alcuna diminuzione dello stipendio per il dipendente.

A chi è destinato, cosa e quanto finanzia

Il Fondo Nuove Competenze sarà richiedibile dai datori di lavoro che concludono accordi collettivi di rimodulazione dell’orario lavorativo:

  • per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa;
  • per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori.

Unica condizione è che il datore di lavoro non potrà ricevere, per il costo del lavoro delle stesse ore, ulteriori finanziamenti pubblici. La domanda potrà essere presentata per singola azienda o essere cumulativa e dovrà racchiudere il programma di sviluppo delle competenze, l’accordo collettivo sottoscritto insieme ai sindacati e la specifica del numero dei dipendenti coinvolti e le ore di formazione di ognuno, fino ad un massimo di 250 ore per dipendente.

Il fondo mette a disposizione un totale di 730 milioni di euro e nasce come alternativa più efficiente alla cassa integrazione, dato che reca un beneficio per le aziende e per la crescita dei singoli lavoratori. Il contributo sarà somministrato dall’INPS in due quote:

  • Anticipazione del 70% successiva all’approvazione dell’istanza di contributo;
  • Richiesta di saldo al completamento delle attività di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori.

Come partecipare

La domanda dev’essere fatta sul sito dell’Anpal alla pagina dedicata e tramite l’identità digitale SPID. Secondo il nuovo decreto la data per la sottoscrizione degli accordi collettivi e per la presentazione delle domande all’ANPAL è quella del 30 giugno 2021. Inoltre, con la nota integrativa del 05.03.2021 è stato ampliato il tipo di competenze possibili da fornire/acquisire.

Oltre alle competenze tecnico professionali, sarà possibile introdurre corsi atti al perfezionamento delle competenze linguistiche ed informatiche. La gestione del fondo è affidata ad Anpal, che raccoglie le domande, le valuta e permette all’INPS l’erogazione del denaro. Tra le due fasi sovramenzionate, Anpal svolgerà i controlli sulla messa in atto di tali risorse economiche e sulla quantificazione effettiva del costo dei lavoratori in formazione.

La valutazione delle domande avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione delle stesse.

Le aziende saranno obbligate a completare i percorsi formativi entro 90 giorni dall’approvazione dell’istanza, ma il limite sarà invece di 120 giorni se sono coinvolti anche Fondi interprofessionali.

Conclusioni

Il Fondo Nuove Competenze è una novità importante che riguarda imprese e lavoratori, in quanto le prime potranno destinare una parte dell’orario di lavoro alla formazione dei loro dipendenti dal punto di vista tecnico-professionale, linguistico ed informatico. Questo avverrà senza costi per l’azienda e a parità di retribuzione perché sarà lo Stato a finanziare le ore di lavoro dedicate alla formazione. C'è tempo fino al 30 giugno per la domanda!

Livia Cocozza

GUARDA IL VIDEO DELLA LIVE DEDICATA AL FONDO NUOVE COMPETENZE

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on google
Share on whatsapp
Share on telegram

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

VERIFICA FINANZIABILITà CON IL QUIZ

verifica subito se hai i requisiti per accedere ad un finanziamento tramite uno dei bandi messi a disposizione.

PER UNA CONSULENZA

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?