Regione Veneto, bando per la digitalizzazione delle PMI: cos'è?

VENETO DIGITALIZZAZIONE

La giunta della Regione Veneto ha approvato un nuovo bando per la concessione di contributi a favore di imprese, a sostegno di investimenti e promozione della digitalizzazione e di nuovi modelli di economia circolare. Con tale bando la Regione Veneto intende valorizzare i settori della produzione del sistema manifatturiero e di servizi alle imprese, promuovendo interventi di sviluppo d’impresa. Dunque il bando è volto alla creazione e all’ampliamento di capacità avanzate per lo sviluppo di prodotti e servizi. Il sostegno fornito dal bando è inoltre finalizzato ad agevolare il riposizionamento competitivo delle imprese mediante la promozione della digitalizzazione e di modelli di economia circolare delle PMI. 

Sono messi a disposizione 33,5 milioni di euro per dare una risposta al mondo delle piccole e medie imprese, per favorirne il riposizionamento competitivo rispetto ai mercati in ottica di economia circolare e di sostenibilità ambientale, sfruttando anche la digitalizzazione. 

Ovviamente gli interventi previsti dal bando devono essere realizzati nel territorio della Regione del Veneto.

Regione Veneto, bando per la digitalizzazione delle PMI: i soggetti beneficiari

I soggetti ammessi alle agevolazioni sono le micro, piccole e medie imprese (PMI) sul sito di AVEPA.

L’impresa al momento della presentazione della domanda, a pena di inammissibilità deve possedere i seguenti requisiti:

  • Essere regolarmente iscritta come “attiva” al Registro delle Imprese istituito presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio.
  • Esercitare un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei settori indicati nel bando.
  • Avere l’unità operativa, o le unità operative, in cui realizzare il progetto, in Veneto.
  • Non essere in difficoltà al 31 dicembre 2019. In deroga a quanto appena detto, gli aiuti possono essere concessi alle microimprese o alle piccole imprese (non alle medie imprese) che risultavano già in difficoltà al 31 dicembre 2019, purché non siano soggette a procedure concorsuali per insolvenza e non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio o per la ristrutturazione.
  • Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposta a procedure concorsuali in corso oppure aperte in data antecedente alla presentazione della domanda.
  • Un’impresa può partecipare al bando con una sola domanda di partecipazione. In caso di presentazione di più domande verrà presa in considerazione soltanto l’istanza presentata prima.

Regione Veneto, bando per la digitalizzazione delle PMI: le spese ammissibili

Sono ammesse le spese relative all’acquisto o all’acquisizione, nel caso di operazioni di leasing finanziario, di beni tangibili e intangibili per il sostegno ai processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, all’introduzione di innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, all’ammodernamento di macchinari e impianti nonché alla riconversione dell’attività produttiva verso un modello di economia circolare e sviluppo sostenibile e di promozione della digitalizzazione, rientranti nelle seguenti voci:

  • Macchinari, impianti produttivi, attrezzature tecnologiche e strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di rendere più efficiente il ciclo produttivo;
  • Programmi informatici e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti quali brevetti e know-how riguardanti nuove tecnologie di prodotti, processi produttivi e servizi forniti funzionali alle esigenze dell’impresa e alla realizzazione dello stesso progetto;
  • Spese per il rilascio delle certificazioni (UNI EN ISO 14001:2015, UNI CEI EN ISO 50001:2018, ecc.);
  • Premi versati per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari.

Le spese devono essere sostenute e pagate tra  il 1 novembre 2021 e il 14 febbraio 2024. 

L’agevolazione, nella forma del contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto ed è concessa per la realizzazione di interventi di importo minimo di 80000 euro e massimo di 500000 euro.

Regione Veneto, bando per la digitalizzazione delle PMI: le agevolazioni

L’agevolazione nella forma del contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto, ed è concessa:

  • Nel limite massimo di 150000 euro corrispondenti ad una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a 500000 euro;
  • Nel limite minimo di 24000 euro corrispondenti ad una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a 80000 euro.

Inoltre non sono ammesse le domande di partecipazione i cui progetti comportano spese ritenute ammissibili per un importo inferiore a 80000 euro.

Regione Veneto, bando per la digitalizzazione delle PMI: termini e modalità di presentazione della domanda

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 10.00 del 25 novembre 202, fino alle ore 12.00 del 9 febbraio 2022. 

La domanda deve essere esclusivamente compilata e presentata in via telematica sul sito della Regione Veneto . Alla chiusura dei termini di presentazione delle domande è definita una graduatoria provvisoria, finalizzata a definire l’ordine di avvio dell’istruttoria delle domande presentate. Tale graduatoria è formata mediante l’attribuzione di un punteggio basato sulla rispondenza dei progetti ai criteri di priorità indicati nel bando 

I progetti ammissibili sono inseriti nella graduatoria. La procedura istruttoria si conclude con un Decreto del Dirigente dell’Area Gestione FESR di AVEPA che approva:

  • L’elenco delle domande ammissibili al sostegno;
  • L’elenco delle domande inammissibili, con le relative motivazioni di inammissibilità;
  • L’elenco delle domande non istruite per esaurimento dei fondi disponibili.

Regione Veneto, bando per la digitalizzazione delle PMI: conclusioni

Non ci resta che concludere con la seguente citazioni di Frances Hodgson Brunett: “All’inizio la gente rifiuta di credere che una nuova cosa strana possa essere fatta, poi iniziano a sperare che possa essere fatta, poi vedono che è possibile farla – poi è fatta e tutto il mondo si chiede perché non è stata fatta secoli prima.”

Frances Hodgson Brunett

Condividi su:

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

VERIFICA FINANZIABILITà CON IL QUIZ

verifica subito se hai i requisiti per accedere ad un finanziamento tramite uno dei bandi messi a disposizione.

PER UNA CONSULENZA

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?

cropped-favicon.png

iscriviti alla newsletter

rimarrai aggiornato su tutte le novità, potrebbe essere l'occasione per realizzare il tuo progetto

cropped-favicon.png

vuoi rimanere aggiornato sui nuovi bandi agevolati?

iscriviti alla newsletter