RESTO AL SUD ora ache per 46enni e Professionisti

L’incentivo conosciuto con il nome di Resto al Sud, e ideato per contribuire allo sviluppo dell’auto impiego e dell’avvio di iniziative imprenditoriali nell’ambito PMI (piccole e medie imprese) che costituiscono il tessuto della nostra economia, è stato un gran successo.

I RISULTATI DI “RESTO AL SUD” NEL 2018

Questi gli interessanti numeri di questo dispositivo:
– Imprese finanziate in un solo anno 27000
– Creati nuovi posti di lavoro o salvaguardati ben 31000
– Investimenti effettuati a seguito delle erogazioni ben 7,5 miliardi di euro.
– Dal 15.01.2018 ha contribuito alla nascita di 2.200 nuove imprese
– Nuovi posti di lavoro effettivi ben 8.200

ESTENSIONE DEL LIMITE DI ETA’ NEL 2019 A 46 ANNI

La Legge di Bilancio 2019 appena approvata, ha introdotto un’importante novità.
L’agevolazione rivolta alle iniziative imprenditoriali nelle regioni del sud Italia ovvero:
Campania, Puglia, Calabria, Basilicata, Abruzzo, Molise, Sardegna e Sicilia, e riservata a giovani fino all’eta di 36 anni, è stata estesa agli under 46 oltre che allargata alla categoria dei liberi professionisti.
Riteniamo lungimirante l’intervento e sicuramente migliorativo dato che, abbiamo raccolto nel corso del 2018 diverse doglianza di potenziali imprenditori che, si sentivano ingiustamente estromessi.

AMPLIAMENTO DELLA PLATEA DEI BENEFICIARI

Invitalia, offre contributi per l’avvio di imprese non solo nel settore servizi ma da quest’anno anche ai liberi professionisti.
La condizione minima per poter usufruire dell’agevolazione è che nei 12 mesi che precedono la richiesta di agevolazione, 
non sono stati titolari di partita Iva per un’attività analoga a quella proposta per il finanziamento e che mantengono la sede operativa nelle regioni in elenco.
 Nello specifico interesserà: i professionisti, ex dipendenti di uno studio, che vorranno aprirne uno proprio o chiunque voglia uscire da una situazione di precariato o lavoro irregolare. E’ il momento di credere nelle proprie capacità e competenze investendo, su noi stessi sfruttando gli inventivi.

COPERTURA TOTALE DELL’INVESTIMENTO CON RESTO AL SUD

Essere finanziati da “Resto al Sud” di Invitalia, significa ottenere una copertura pari al 100% delle spese ammissibili ovvero:
– un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo;
– un finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi.
 

IMPORTO MASISMO EROGABILE DA RESTO AL SUD

L’importo massimo del finanziamento erogabile è di 50000 euro per ciascun socio, fino ad un ammontare massimo complessivo di 200mila euro.
 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Tutta la documentazione relativa al progetto, dovrà essere regolarmente inviata ad Invitalia che garantisce tempi brevi per l’esame e valutazione. Nel 2018 ha rispettato il limite massimo di trasmissione dell’esito (valutazione della sostenibilità tecnico-economica), di 60 giorni previsto.

Per maggiori informazioni sulle novità del dispositivo, per conoscere i tempi e le modalità dell’erogazione seguiteci sui social.

Per ricevere consulenza, compila il form.

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?