Sostenere lo sviluppo di imprese femminile, il nuovo bando della regione Lazio - SalvatorePapa

Sostenere lo sviluppo di imprese femminile, il nuovo bando della regione Lazio


La figura della donna moderna conserva in sé le caratteristiche del passato ma anche le proiezioni del futuro.

Si è fatta strada nella società riuscendo a ricoprire ruoli di notevole importanza, una volta destinati solo agli uomini. Parliamo della donna presidente del consiglio, presidente di Confindustria oppure della donna manager.

Il raggiungimento di questi risultati non è però niente di occasionale. Dopo dure battaglie, alcune vinte ed altre perse, con determinazione la donna è riuscita, almeno nel mondo occidentale, ad occupare l’apice della piramide.

La regione Lazio riconosce la potenzialità delle donne e per questo ha deciso di incoraggiare e finanziare i progetti di imprenditorialità femminile che si differenziano per il carattere innovativo.

L’avviso pubblico con cui la regione Lazio stanzia 1 milione di euro a favore delle PMI al femminile prende il nome di “Innovazione Sostantivo Femminile 2019”.

Il 20% del capitale totale messo a disposizione (€ 200.000) sarà però destinato alle sole imprese che si trovano nelle Aree definite di “Crisi Complessa” della Regione.

Quali sono i progetti che verranno presi in considerazione?

La valorizzazione del capitale femminile avviene  promuovendo tutti quei progetti che presentano soluzioni  ICT (Tecnologie dell’informazione e della Comunicazione).

Rientrano nella categoria tutti quei progetti che riguardano:

  • tecnologie digitali, soluzioni tecnologiche consolidate che permettono di elaborare, memorizzare e archiviare dati, anche in modalità multilingua. Inoltre, utilizzo di risorse hardware/software come ad esempio: realtà aumentata, social media, eCommerce;
  • processi e sistemi di automazione industriale per il miglioramento della qualità del processo produttivo e dei prodotti, anche in termini di sicurezza e sostenibilità;
  • sistemi produttivi flessibili, quali sistemi robotizzati “intelligenti”, interfacce evolute uomo-macchina, in particolare per il miglioramento dell’efficienza energetica dei processi;
  • processi di fabbricazione digitale.

A chi è dedicato l’avviso?

L’avviso è dedicato a tutte le micro, piccole e medie imprese (MPMI) e alle Libere professioniste che si configurano come Impresa femminile, anche se nate dopo la data di presentazione della domanda.

Cosa si intende per Impresa Femminile?

  • Le Libere professioniste;
  • imprese individuali il cui titolare è una donna;
  • società di persone e cooperative dove la maggior parte delle quote è detenuta da donne o dove le donne rappresentano la maggioranza dei soci;
  • società di capitali in cui l’organo di amministrazione è costituito in prevalenza da donne o in cui le donne detengono la maggioranza delle quote di capitale;
  • i consorzi costituiti almeno dal 51% da imprese femminili.

Visitando il sito della regione LAZIO potrai avere informazioni aggiuntive su come mandare la richiesta e su tutti i requisiti da rispettare per poter prendere parte a questo incredibile progetto!

Se desideri avere una consulenza da parte di esperti del settore compila il contact form e verrai immediatamente contattato!

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?