TikTok e WeChat download ancora possibile? - SalvatorePapa

TikTok e WeChat download ancora possibile?

TikTok e WeChat sono riusciti entrambi a evitare i divieti domenicali.

Una tregua è arrivata tramite la “benedizione” del presidente Trump, l’altra tramite un ordine del giudice
Di Kim Lyons, 20 settembre 2020, 12:56 EDT

Illustrazione di Alex Castro / The Verge
Venerdì, sembrava che gli Stati Uniti fossero pronti a vietare nuovi download di TikTok e WeChat, due popolari app con sede in Cina che l’amministrazione Trump aveva avvertito che rappresentavano minacce alla sicurezza per gli utenti americani. Il Dipartimento del Commercio ha emesso un ordine che avrebbe vietato nuovi download a partire da domenica. E sabato WeChat, in particolare, ha visto un forte aumento delle nuove installazioni negli Stati Uniti, secondo la piattaforma di analisi Sensor Tower, con un aumento dell’800% settimana su settimana.

Ma a partire da domenica pomeriggio, ognuno di loro ha ricevuto una tregua da un divieto statunitense, almeno temporaneamente. Il presidente Trump ha detto sabato di aver dato un accordo tra TikTok, Oracle e Walmart la sua “benedizione”, provocando un ritardo di una settimana dal Dipartimento del Commercio sul divieto di TikTok. E un giudice in California ha emesso un’ingiunzione preliminare che blocca il divieto dell’amministrazione di WeChat.

L’accordo TikTok sembra essere ben lontano dalla richiesta originale dell’amministrazione Trump per una vendita completa delle operazioni statunitensi di TikTok. Oracle diventa un “partner tecnologico di fiducia” e ospiterà tutti i dati degli utenti statunitensi, proteggendo i “sistemi informatici associati”. Sia Oracle che Walmart prenderanno parte a un round di finanziamento pre-IPO di TikTok Global in cui possono acquisire una quota cumulativa fino al 20% nella nuova società, TikTok Global, secondo TikTok. Lunedì, ByteDance ha dichiarato che possiederà l’80% di TikTok Global e il piano “non prevede il trasferimento di alcun algoritmo”, secondo The Guardian.

“CHIARIRE RUMORI SENZA TERRA SU TIKTOK”
L’accordo deve ancora essere finalizzato e alcuni dettagli sono rimasti un po ‘confusi a partire da domenica mattina. Mentre tutte le parti hanno affermato che la nuova società avrebbe avuto sede negli Stati Uniti e avrebbe portato 25.000 posti di lavoro, la dichiarazione del presidente secondo cui l’accordo includeva una donazione di 5 miliardi di dollari per l’istruzione negli Stati Uniti è sembrata una sorpresa per la società madre di TikTok ByteDance. Lunedì, Bytedance ha contestato la descrizione di Trump in un post sul blog intitolato “chiarire voci infondate su TikTok” dicendo che il “cosiddetto pagamento delle tasse di $ 5 miliardi al Tesoro degli Stati Uniti” era semplicemente una stima delle tasse aziendali che TikTok Global avrebbe pagato per diversi anni se l’impresa ha successo.

Tuttavia, per ora, il Dipartimento del Commercio ha posticipato qualsiasi divieto di TikTok fino al 27 settembre.

Per WeChat, il futuro negli Stati Uniti è ancora più incerto. Il giudice Laurel Beeler ha scritto nella sua ordinanza che una causa di agosto di un gruppo di utenti di WeChat ha mostrato “domande serie che vanno nel merito della rivendicazione del Primo Emendamento”. Beeler ha scritto che “le prove dei querelanti riflettono che WeChat è effettivamente l’unico mezzo di comunicazione per molti nella comunità, non solo perché la Cina vieta altre app, ma anche perché i madrelingua cinesi con una conoscenza dell’inglese limitata non hanno altra scelta che WeChat”.

Beeler ha aggiunto che mentre il governo degli Stati Uniti aveva identificato minacce “significative” alla sicurezza nazionale, c’erano “poche prove che il suo effettivo divieto di WeChat per tutti gli utenti statunitensi risolve queste preoccupazioni”.

Il Dipartimento del Commercio non aveva commentato l’ordine del giudice Beeler fino a domenica pomeriggio.

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?