Come scegliere il Business più adatto a me in 10 STEP

In sintesi gli step necessari per scegliere un business calzante alle tue aspettative sono 10

Dubbi sulle potenzialità del progetto, capacità personali, incertezza del mercato, mancanza di riscontri reali sull’efficacia dell’idea, sono all’ordine del giorno all’avvio di una startup. Ne parlerò in questo articolo o se preferirai guarda il video, durante il quale, affronteremo il problema più a monte. In quanto, molto dipende anche dall’atteggiamento che assumeremo nel momento in cui, prenderemo le nostre decisioni. Sono scelte di vita professionale ma è imprescindibile che si ripercuotano anche nella sfera familiare. 

Perchè ti è utile conoscere questi 10 step prima di decidere quale business intraprendere 

Semplice, se non seguirai una metodologia lineare e schematica rischierai di iniziare un’attività o peggio investire in un business senza una reale prospettiva di riuscita. gli step che troverai di seguito potranno non essere per te esaustivi, potrai non essere d’accordo con alcuni di essi, non importa. Ciò che conta è che, possano esserti d’ispirazione per poter strutturare il tuo personale percorso.   

Cosa troverai in questo articolo

1. Valuta bene il settore che ti interessa di più

Potrà esserti utile per identificare bene il settore a te più affine porti domande tipo questa:
Cosa mi piace o piacerebbe fare? Hai esperienza in qualche settore oppure hai delle qualifiche specifiche? Perchè non partire da queste?
Nel caso in cui non avessi nessun tipo di esperienza ne titoli come procederesti?
Potrebbe essere utile nel caso in cui non avessi nessun tipo di esperienza ne titoli affidarti a un franchising che ti fornirà tutta la formazione necessaria?

2. Studia e modella le aziende di successo a cui ti ispirerai

In questo step dovrai metterti un pò in moto e fare un pò di investigazione. Oggi il web facilita molto questa fase di ricerca. In sintesi, dovrai cercare chi sta facendo già il tuo futuro lavoro. 
Bisognerà con occhio analitico porsi non come cliente ma come critico per comprendere il sistema di lavoro, le procedure, i punti di forza e capire se ci sono dei punti deboli nel suo sistema. Saranno proprio questi la base su cui forgiare il vostro modello di business migliorativo.

Infatti uno dei segreti sta propio nel replicare modelli di organizzazione di lavoro funzionanti e già esistenti e riprodurli apportando le migliori del caso. questo sistema adottato dalla Toyota Production System fu alla base del successo dell’industria automobilistica nipponica. Definito “Kayzen Kaizen” il cui significato deriva dalla composizione di due termini giapponesi, KAI e ZEN, significa cambiare in meglio, miglioramento continuo. 

3. Fai una ricerca di mercato

Per definire cosa vendere e a chi venderlo, è alla base di ogni strategia di prodotto ma, se non comprendiamo bene se esiste una domanda e non riusciamo a quantificarla, potremmo fare un buco nell’acqua.

Nella maggior parte dei casi, non esiste un bisogno non soddisfatto questo perchè, l’offerta supera nell’era del capitalismo di gran lunga la domanda.

Quello che senza sforzarti di “reinventare la ruota” o di cercare l’idea geniale, potrai fare e apportare delle migliorie a quanto già esistente (es. di processo, di prodotto di servizio ecc…)

Per cercare bisogni che non vengano sufficientemente soddisfatti, potrai basarti su alcuni parametri come, territorio, prezzo, prodotti e servizi complementari, ecc…

4. Analizza la concorrenza

A differenza di quanto si creda, la concorrenza non ha solo ripercussioni negative.
Un imprenditore maturo è consapevole che quando è sana, supporta ad esempio lo sviluppo del settore, contribuisce ad attrarre clienti lontani, se concentrata in una medesima area geografica, ma ciò che in fase di startup è fondamentale, è che la concorrenza può fornire degli importanti indicatori.

Prima cosa da fare per capire come crearci un varco nel mercato comune sarà vedere i punti deboli e valutare in cosa puoi essere migliorato.

5. Sviluppa il tuo Business Plan

Un piano previsionale che tenga conto di tutte le variabili possibili certo sarà una valida indicazione per il tuo progetto. Una corretta proiezione sarà almeno a 3\5 anni anche se negli ultimi anni, data la mutevolezza del mercato, si tende più a valorizzare i risultati di medio periodo.

6. Usa lo strumento sondaggio e misura il gradimento e il mercato

Gli strumenti disponibili a tal riguardo sul web sono svariati ma tutti se utilizzati nel modo giusto consentiranno risultati utili. Con il modulo per i sondaggi “google form” potrai richiedere il parere su un tuo prodotto, la valutazione di un tuo progetto o l’utilità di una tua idea in pochi istanti a un’ampia platea.   Potrai ottenere importanti indicazioni senza aver realizzato la tua soluzione definitiva. 

7. Rivedi il tuo piano aziendale

Tenendo conto dei valori riscontrati (target, mercato, prezzo medio, finitura del prodotto\servizio e sue caratteristiche), dovrai sicuramente rivedere il tuo business plan e adeguare il piano Finaziario. Se necessario, potresti aver bisogno di valutare altri strumenti per finanziare il nuovo fabbisogno di crescita. 

8. 8. Ceca incentivi e se hai necessità un istituto di credito o un investitore

A prescindere dalla necessità di finanziamenti, restare sempre attivi in relazione alla ricerca di incentivi e agevolazioni riservate alle imprese è un’attività da non sottovalutare.
Le aziende che ne fanno uso costate, riescono a mantenere una competitività più alta.
Seguire questo blog, inscriversi alla nostra  News Letter o farci una richiesta via e-mail all’indirizzo info@salvatorepapa.com può essere un buon inizio.

9.9. Crea il tuo piano esecutivo

Un’idea non vale molto senza una buona esecuzione. Crea per cui il tuo processo esecutivo e attinenti scrupolosamente a tutte le fasi che hai previsto. Questo ti permetterà di isolare le azioni da migliorare e ripetere il processo.

10. Agisci

Fin quando resterai a riflettere sul come, cosa e quando fare avrai poche speranze. E’ sbagliato cercare di raggiungere prima la perfezione del progetto\prodotto e poi lanciarlo. E’ corretto invece lanciare e grazie ai feedback dei clienti adeguare la proposta alle reali esigenze riscontrate. 

Ritengo che troverai molto utili i 10 step soprattutto come "passaggi da spuntare" per arrivare alla conclusione più logica di un business che ricalchi le tue aspirazioni e più semplice da poter avviare con successo. “Per finire qualcosa devi solo continuare a iniziare”

Salvatore Papa

Potresti essere interessato anche a questi articoli:

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on google
Share on whatsapp
Share on telegram

Hai un tuo progetto? Hai bisogno di essere finanziato?

VERIFICA FINANZIABILITà CON IL QUIZ

verifica subito se hai i requisiti per accedere ad un finanziamento tramite uno dei bandi messi a disposizione.

PER UNA CONSULENZA

Lascia un commento

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?

cropped-favicon.png

verifica finanziabilità

prima di iniziare il quiz scegli un opzione

chi sei?